Copyright ©2013~14 MilanoOffLimits imitidicthulhu®

Le Regole Edilizie di Pisapia

diario del Nuovo Stupidiario Ragionato

(nelle regole regressive del nuovo regolamento edilizio)


    
Lesson #7 : Articolo Arancione Nr. 82

Vietato realizzare parcheggi su proprie aree

________________________________________________________________________________________________

    30:3:2014

Articolo Arancione Nr. 82

Vediamo la settima perla di una collezione che in questi giorni sarà in continuo aggiornamento, la cronistoria delle gesta del Comune di Milano in Consiglio, dove la maggioranza arancione, depositaria unica dell'interpretazione autentica (a suo piacere) delle leggi, ci ordina come dovremmo vivere.

Su Le Regole Edilizie di Pisapia - diario del Nuovo Stupidiario Ragionato potete anche visitare :
Lesson #1 : Articolo Arancione Nr. 41 - Costi di costruzione su tutto (anche se non dovuti secondo la Legge dello Stato)
Lesson #2 : Articolo Arancione Nr. 11 - Sicurezza: false soluzioni burocratiche, impossibili perché affrettate (e costose)
Lesson #3 : Articolo Arancione Nr. 20 - Più burocrazia (e relative spese) nelle opere interne
Lesson #4 : Articolo Arancione Nr. 76 - Capolavoro: in un colpo, punita disabilità e conferimento differenziata
Lesson #5 : Articolo Arancione Nr. 55 - Burocrazia : farci fare e rifare (e pagare), per il Comune è uguale
Lesson #6 : Articolo Arancione Nr. 84 - Passi carrai solo oltre misura (come gonfiare la tassa di occupazione suolo)
Lesson #7 : Articolo Arancione Nr. 82 - Vietato realizzare parcheggi su proprie aree
Lesson #8 : Articolo Arancione Nr. 91 - Come rendere impraticabili le ristrutturazioni con paletti a casaccio
Lesson #9 :    Speciale Urbanistica     - Piazza Castello diventa un fritto misto
            Dato che il Comune ci vuole educare a non usare l'automobile, gli diventa necessario rendercela invasiva e odiosa. Bisogna che le automobili continuino a girare a vuoto. In questo modo si rischiano più multe, indispensabili a far Cassa comunale, e sempre più persone sentiranno disgusto e fastidio per le quattro ruote, e il livello di smog permetterà altri divieti. Per questo piano sciagurato occorre inoltre che i parcheggi che rimangono siano a pagamento, o rivenduti dal Comune ai servizi in share, a cui sempre più saremo costretti a rivolgerci pagando nuovamente.

Questa tecnica Comunale prevede sia di eliminare i parcheggi che già esistono, sia di non realizzarne di nuovi, cosa per'altro che costituisce grave inandempienza, in quanto i Comuni percepiscono per questo scopo gli oneri di urbanizzazione primaria, e sarebbero obbligati a realizzarli per legge. Ora, nella redazione del nuovo regolamento, hanno provveduto a vietare anche al privato possessore di aree la possibilità di costruirli. Davanti agli edifici avanza spazio utile per tutti? Benissimo, per i parcheggi non lo potremo più usare. Ecco l'articolo:
(comma) 4. Nel caso di nuova costruzione, ove l’Art.17 del Piano delle Regole prescriva l’arretramento di almeno 3 mt della linea di altezza dell’edificio dal confine di proprietà verso lo spazio pubblico, l’area risultante dall’arretramento deve essere prevalentemente destinata a verde, percorsi pedonali o al parcheggio di biciclette con esclusione del transito e sosta dei veicoli...
Coraggio, la strada della rovina non avrà mai fine, fintanto che questa Giunta maoista potrà continuare a far danni.


Milano, 30 marzo 2014
Arch. Giovanni Seregni
Qui sotto, l'esemplificazione di due casi abbastanza comuni, con potenziali posti macchina raggiungibili dal passo carraio, che saranno vietati nei nuovi fabbricati.
Articolo Arancione Nr. 82



Copyright 2013~2014 ©MilanoOffLimits @ imitidicthulhu®