Copyright ©2013~14 MilanoOffLimits imitidicthulhu®

Le Regole Edilizie di Pisapia

diario del Nuovo Stupidiario Ragionato

(nelle regole regressive del nuovo regolamento edilizio)


    
Lesson #6 : Articolo Arancione Nr. 84

Passi carrai solo oltre misura (come gonfiare la tassa di occupazione suolo)

________________________________________________________________________________________________

    27:3:2014

Articolo Arancione Nr. 84

Sesta perla di una collezione che in questi giorni sarà in continuo aggiornamento, la cronistoria delle gesta del Comune di Milano in Consiglio, dove la maggioranza arancione, depositaria unica dell'interpretazione autentica (a suo piacere) delle leggi, ci ordina come dovremmo vivere.

Su Le Regole Edilizie di Pisapia - diario del Nuovo Stupidiario Ragionato potete anche visitare :
Lesson #1 : Articolo Arancione Nr. 41 - Costi di costruzione su tutto (anche se non dovuti secondo la Legge dello Stato)
Lesson #2 : Articolo Arancione Nr. 11 - Sicurezza: false soluzioni burocratiche, impossibili perché affrettate (e costose)
Lesson #3 : Articolo Arancione Nr. 20 - Più burocrazia (e relative spese) nelle opere interne
Lesson #4 : Articolo Arancione Nr. 76 - Capolavoro: in un colpo, punita disabilità e conferimento differenziata
Lesson #5 : Articolo Arancione Nr. 55 - Burocrazia : farci fare e rifare (e pagare), per il Comune è uguale
Lesson #6 : Articolo Arancione Nr. 84 - Passi carrai solo oltre misura (come gonfiare la tassa di occupazione suolo)
Lesson #7 : Articolo Arancione Nr. 82 - Vietato realizzare parcheggi su proprie aree
Lesson #8 : Articolo Arancione Nr. 91 - Come rendere impraticabili le ristrutturazioni con paletti a casaccio
Lesson #9 :    Speciale Urbanistica     - Piazza Castello diventa un fritto misto
Il nuovo articolo 84 del Regolamento Edilizio dice così:
Contestualmente alla presentazione delle richieste, denunce e comunicazioni per gli interventi edilizi, sullo spazio asservito dal passo carrabile occorre richiedere, a spese dell'edificante e a cura dell'Amministrazione Comunale, l'apertura di passi carrabili nella cordonatura del marciapiede, ove:
· la larghezza del passo carrabile non sia inferiore a m. 4,50 .......

Nel precedente regolamento di morattiana memoria, questa prescrizione era subito seguita da un comma, che ora è stato fatto sparire:
2. Il passo carrabile è consentito pur in assenza di una o più delle condizioni di cui al precedente comma, in casi eccezionali e di comprovata impossibilità a realizzare diversamente l'accesso.
Infatti sono molti i fabbricati che non dispongono di tutto questo spazio, e con il nuovo Regolamento, volessero dotarsi di parcheggi interni, o semplicemente si trovassero a dover ristrutturare, non potrebbero più farlo, perché la possibilità di deroga viene eliminata.

La normativa nazionale, infatti, non preclude affatto la creazione di accessi veicolari più piccoli, non viene dettata nessuna norma, se non nel D.M. 16 maggio 1987 n° 246, che però riguarda solo gli stabili soggetti ad attività di cui all'elenco nel D.M. 16/02/1982, obbligate al Certificato di Prevenzione Incendi; ove la larghezza minima prescritta è comunque pari a m.3,50 e non 4,50.
Perfino nelle autorimesse la normativa antincendio consente l'uso di passaggi minimi da 3 metri: "per le autorimesse sino a quindici autovetture è consentita una sola rampa di ampiezza non inferiore a 3 metri ..."

Concludendo, il Comune di Milano non vuole discuterne più, l'adeguamento a m.4,50 diventa obbligatorio: se si hanno le condizioni lo si faccia, pagando ovviamente una tassa maggiore per via della nuova dimensione del passaggio. Se non si vuole, o non si può adeguare, è teoricamente possibile che non venga rinnovato il permesso di attraversare il marciapiede tramite passo carraio. Più tasse quindi e più paletti nel poter godere dei beni immobiliari al meglio e nel rispetto delle Leggi nazionali, ben diverse da quelle che perfeziona il Reame arancione di Milano.


Milano, 27 marzo 2014
Arch. Giovanni Seregni



Copyright 2013~2014 ©MilanoOffLimits @ imitidicthulhu®